Concerti

Vuoi organizzare un concerto con Cisco e la sua band futurista?

Contattaci direttamente cliccando qui

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per rimanere costantemente informato.

Bancarella

Non perderti la bancarella di Cisco!

Radio Cisco

Clicca sulla radio per accenderla!

Invia la tua foto

Invia la tua foto, non appena sarà stata approvata
potrai vederla pubblicata in Maràja!

Inserisci una descrizione

Press

Bologna – Mercato Sonato – Cisco dal vivo con Adda venì baffone

Quando: Torna al calendario » 18 gennaio 2019 @ 21:30 - 23:30
Dove: Mercato Sonato
Via Giuseppe Tartini
3,40127 Bologna BO
Italia
Tipologia: Adda venì baffone

Venerdi 18 gennaio  ,  Cisco con il suo nuovo spettacolo, arriverà nella grande Bologna e per la precisione al Mercato sonato , per una nuova tappa del tour “Adda venì baffone”!

Adda Venì Baffone è il nuovo spettacolo scritto e realizzato da Cisco insieme a Carlo Albè. Con loro sul palco gli amici musicisti di sempre Simone Copellini e Max Frignani per un concerto fatto di storie narrate e canzoni cantate!

ingresso 12 euro
inizio 21:30
Mercato Sonato

Adda Venì Baffone è uno spettacolo di Musica-Teatro.

L’obbiettivo in prima istanza è quello di raccontare al pubblico il desiderio di cambiamento, sfociato in Italia negli anni 90, epoca di tangentopoli.

Partire da quell’immenso scandalo, dalla sensazione che tutto sarebbe cambiato e percorrendo poi senza una direzione cronologica precisa 25 anni di storia del nostro paese, trattando temi  tanto attuali oggi , così come due decadi fa.
Qual è l’intento nei confronti del pubblico?
Provocare in loro alcune domande.
Quando abbiamo smesso di accorgerci che le cose non stavano cambiando?
E’ solo colpa della fanteria in doppiopetto portata dal Signor B?
E’ stata la nostra disattenzione a uccidere la sinistra o la mancanza di un leader?
Parte fondante saranno le canzoni che si fonderanno con le parole dei racconti, un eterno rincorrersi e avvolgersi, dove l’essere didascalici sarà bandito.

Filo conduttore dello spettacolo sarà Baffone, colui che in tutti questi anni abbiamo nominato a tal punto di sfinirci, una figura retorica senza volto, l’uomo della provvidenza in grado, forse, di portarci fuori dalla secche in cui ci siamo cacciati.
Tornerà Baffone per rimettere le cose a posto?
Forse la risposta ce l’abbiamo tra le dita, forse sarebbe ora di stringerla.
E capire.